Seguici su: Contatti:

 

Menu

Antonello Venditti, concerto a Roma per i 40 anni di "Sotto il segno dei pesci"

Antonello Venditti, concerto a Roma per i 40 anni di "Sotto il segno dei pesci"

Lo aveva promesso, è stato di parola: Antonello Venditti, dopo il concerto del  23 settembre all'Arena di Verona, festeggerà i 40 anni di "Sotto il segno dei pesci" con altre date in Italia.
E la prima annunciata è ovviamente la sua Roma: il 21 dicembre al Palalottomatica. Le vendite on line sono appena state aperte, quelle ai box office cominceranno il 9 luglio. Venditti ha annunciato la data con un video su Facebook. Ha spiegato il cantautore:

E' il mio disco più importante, in cui c'erano tutti i miei temi: la politica e i suoi riflessi sulle persone di "Sotto il Segno dei Pesci"), la comunicazione de "Il Telegiornale", il viaggio dentro e fuor di metafora di "Bomba O Non Bomba", la droga di "Chen il Cinese", la tenerezza per "Sara",  l'amicizia con De Gregori di "Scusa Francesco".    In fondo, sono temi ancora attuali. Suonare a 40 anni di distanza l'album per intero, cosa che non ho mai fatto, ha un significato speciale, per me. Per l'occasione ho chiamato anche i musicisti di allora. 

Come annunciato in precedenza, Venditti è in studio di registrazione per lavorare ad una nuova versione del disco, che dovrebbe comprendere versioni riarrangiare delle canzoni contenute nel disco.

Alle registrazioni di "Sotto il segno dei pesci" parteciparono i chitarristi Renato Bartolini, Rodolfo Lamorgese e Claudio Prosperini, il bassista Marco Vannozzi e il sassofonista Marco Valentini (i cinque formavano la band degli Stradaperta). Accanto a questi entrarono in studio i chitarristi Andrea Carpi e Pablo Romero, il batterista Marcello Vento e il violinista Carlo Siliotto, oltre a Antonello Venditti e a Claudio Simonetti (che suonò il mellotron e la Roland System 100).

Clienti