Seguici su: Contatti:

 

Menu

Avicii, le autopsie confermano: la sua morte non è sospetta

Avicii, le autopsie confermano: la sua morte non è sospetta

La polizia dell’Oman, che lo scorso sabato aveva escluso qualsiasi pista criminale relativamente alla morte del ventottenne Avicii, avvenuta nel paese del Golfo il giorno precedente, venerdì 20 aprile, ha condotto sul corpo del DJ due autopsie che vanno a confermare quanto già dichiarato dall’autorità di pubblica sicurezza omanita: la sua morte non è sospetta. A riportarlo è stata l’agenzia AFP e la notizia è stata poi ripresa dall’emittente pubblica svedese SVT. Tuttavia, le cause della sua dipartita restano ancora ignote. Dopo la scomparsa del DJ superstar a Stoccolma, città che ha dato i natali all’artista, centinaia di persone si sono radunate per ricordarlo. Questo è solo uno dei tanti omaggi tributati in tutto il mondo a Tim Bergling.

Clienti