Seguici su: Contatti:

 

Menu

Michele Zarrillo e i suoi Sanremo: buon compleanno al cantautore di Centocelle

Michele Zarrillo e i suoi Sanremo: buon compleanno al cantautore di Centocelle

Il cantautore di Centocelle, quartiere della periferia sud-est di Roma, è approdato alla carriera solista dopo aver militato in due importanti gruppi progressive rock italiani, i Semiramis, con i quali pubblica l’album “Dedicato a Frazz”, e i Rovescio della Medaglia, band che vedrà coinvolto Michele Zarrillo solo per una breve parentesi temporale. Il passaggio dal progressive al pop avviene sul finire degli anni Settanta, quando il musicista pubblica i suoi primi due 45 giri da solista, con il nome di Andrea Zarrillo: “Maledetta signora”/”E poi st'amore matto” e “Il vero amore”/”I miei cari sentimenti”, entrambi nel 1976. La voce di “L’elefante e la farfalla” chiude il decennio con la vittoria al Festival di Castrocaro, nel 1979, facendosi un nome anche come autore, scrivendo, ad esempio, per Renato Zero e Ornella Vanoni. Da quel momento in poi, Zarrillo continuerà a portare avanti la sua carriera in solitaria, seppur costellata di collaborazioni, dando alle stampe dieci album in studio, due live, quattro raccolte e partecipando ben dodici volte al Festival di Sanremo, una delle quali lo vide vincitore tra le Nuove Proposte, nell’edizione del 1987, con il brano “La notte dei pensieri”. 

Clienti