Seguici su: Contatti:

 

Menu

Vasco Rossi: "Non riesco a scrivere, il virus ha fermato anche le mie canzoni"

Vasco Rossi: "Non riesco a scrivere, il virus ha fermato anche le mie canzoni"

Doveva essere l'estate dei grandi concerti negli stadi. Come tante estati di Vasco Rossi. E invece la pandemia ha fatto saltare tutto. Il rocker racconta questo suo momento particolare in una lunga intervista a Milena Gabanelli per il "Corriere della sera". Non nascondendo le difficoltà. "Quando ho capito che i concerti sarebbero saltati mi è crollato il mondo addosso" dice. E in lockdown non riesce nemmeno a scrivere: "Sono troppo attonito, frastornato, allibito e incantato da questa situazione".  Il dialogo con la Gabanelli è di quelli particolarmente intimi, anche perché di fronte si sono trovate due persone che sono amiche anche nella vita di tutti i giorni. E così Vasco ha tirato fuori quelle che sono state le difficoltà di questo periodo. A partire da ciò che ha significato per lui dover vedere sfumare tutti i progetti livedi quest'anno. Che per lui non significa solo veder sfumare un appuntamento professionale. "Per me fare i concerti è importante anche dal punto di vista psicologico. Io per fare i concerti mi devo tenere in forma, non mi devo lasciare andare: è un motivo per svegliarmi la mattina. Senza i concerti mi casca un po’ tutto" spiega. E allora quanto accaduto ha fatto cambiare la prospettiva. "Ho preso la cosa di petto, mi sono detto “va bene saltiamo un anno e pensiamo a non ammalarci”. 

 

FONTE: www.tgcom24.mediaset.it

Clienti